Giornata nazionale dell’archeologia, del patrimonio artistico e del restauro

SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHEOLOGICI DI NAPOLI

Giornata nazionale dell’archeologia, del patrimonio artistico e del restauro

Domenica 7 dicembre 2014

INGRESSO GRATUITO

Programma

MUSEO ARCHEOLOGICO DI NAPOLI

 

  • Ore 9.00 – 13.00

Dietro le quinte

             Laboratorio di Conservazione e Restauro del MANN

  

                      Il restauro svelato

Saranno presentati, con l’ausilio delle immagini, alcuni tra i più interessanti interventi di restauro effettuati recentemente dal Laboratorio di Conservazione e Restauro del MANN, tra cui il progetto di restauro delle statue bronzee di Apollo dal Tempio di  Apollo  a Pompei e di Tiberio da Ercolano realizzato  in collaborazione con il Getty Villa.

 

Il restauro in diretta

All’interno del MANN saranno presenti quattro postazioni: metalli, ceramica, dipinti murali e materiali lapidei. In ogni postazione saranno visibili oggetti restaurati o in corso di restauro e gli attrezzi utilizzati per gli interventi. Le metodiche e le tecniche operative saranno illustrate dai restauratori i quali potranno stabilire un colloquio diretto con i visitatori fornendo loro informazioni e rispondendo alle domande.

 

 

  • ore 11.30

        Performance di danza

A cura dell’Ente di Promozione Culturale Movimento Danza in collaborazione con il Servizio Educativo

della Soprintenenza

Progetti di valorizzazione del patrimonio culturale anno 2014

      

             “Blu”

Coreografia di Sonia Di Gennaro

Interpreti: Performing Arts Group – Compagnia Giovani di Movimento Danza

Musiche di Brian Eno e Aphex Twin

 

Simbolo dell’armonia, il colore Blu ha il potere di riportare equilibrio nella sfera emotiva.

E’ il colore del mare, del cielo, del silenzio. E’ associato alla forma geometrica del cerchio simbolo dell’eterno moto dello

spirito in un mix di quiete e dinamicità.

 

 

             “Manomissioni” 

Ideazione: Silvio Perrella, Simona Perrella.

Coreografia ed interprete: Simona Perrella.

Musiche: campionatura di suoni quotidiani, Heathens have no souls,

L’Albero degli Zoccoli (Robert Wyatt, Radio Experiment Rome, February 1981).

 

Le mani, cosa c’è di più mobile ed espressivo? Parlano, illudono, ingannano. Ed hanno una loro memoria tattile. Millenni fa                           .               sono state zampe: niente dita, niente prensilità, solo embrioni di mani.

In questo spettacolo la danza diventa un’avventurosa manomissione dello spazio. Le mani, da chiuse, pian piano si aprono e

scandiscono con un loro ritmo insieme interiore ed esteriore le relazioni con lo spazio scenico.

Pensieri e movimenti vanno in asincrono: si cercano, si sfuggono, si incontrano, si perdono, recitano la menzogna della realtà.

Infine entrano in un giardino zen di pensieri, che è forse il luogo deputato ad incontrare di nuovo l’infanzia “come una favola di

fonti”.

 

 

  

Inoltre CoopCulture, in collaborazione con Slow Food Campania

alle ore 10.45

propone al Museo Archeologico di Napoli:

Domenica con Gusto al Museo Archeologico di Napoli: Il bianco che nutre

Una visita al Museo Archeologico Nazionale di Napoli per apprendere gli aspetti dell’alimentazione in età romana dalle collezioni di suppellettili da mensa e da cucina provenienti perlopiù dall’area vesuviana alla sezione degli affreschi per osservare i cibi rappresentati nelle nature morte.

La visita – laboratorio è su prenotazione obbligatoria (tel. 081 4422270 o 081 4422273).

Costo: € 10, € 8 (associati Slow Food e fino a 18 anni), € 32  (2 adulti e 2 ragazzi fino 18 anni).

 

 

BAIA

 

Ore 10,30

Parco Archeologico delle Terme di Baia- Bacoli

Bagni di acqua e di vapore tra i Palazzi Imperiali di Baia : il termalismo romano come
stile di vita

Conferenza  a cura di Pasquale Schiano di Cola

 

 

CUMA

 

Ore 9-13

Parco Archeologico di Cuma

Archeologia e Nuove Ricerche al Parco Archeologico di Cuma

 

La Giornata prevede visite guidate e apertura straordinaria dei settori attualmente in corso di indagine da parte degli Istituti Universitari e di ricerca che hanno operato e che tuttora operano, in regime di concessione di scavo o di collaborazione, anche a prosieguo delle ricerche effettuate sul sito nell’ambito del “Progetto Kyme” (1994-2008), con l’illustrazione dei risultati progressivi delle ricerche sul campo.

Il Parco ospiterà inoltre sull’acropoli una visita drammatizzata, realizzata dall’Associazione Slow Tour Campi Flegrei, con la partecipazione dell’attore Marco Francini, in onore e ricordo della visita a Cuma dello scrittore Ian Fleming.

L’itinerario di visita comprenderà più percorsi, con partenze dall’ingresso dell’Acropoli e da quello, temporaneamente aperto, della Città Bassa. Si raccomanda il rispetto degli itinerari, di regole comportamentali e l’uso di scarpe comode per la visita:

 

–          Seconda Università degli Studi di Napoli: Visite guidate. “Il Tempio Maggiore si racconta. Racconti storici e archeologici”  (Terrazza Superiore dell’acropoli);

–          Associazione Slow Tour Campi Flegrei: Visita guidata drammatizzata “Sulle tracce di Ian Fleming” (acropoli, ore 10:30);

–          Università degli Studi di Napoli Federico II, Dipartimento di Studi Umanistici: Visite guidate. “Il foro. Recenti indagini e nuovi risultati” (Foro);

–          Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”: Visite guidate. “La città e le mura dell’antica Cuma” (Abitato e Porta Mediana);

–          Centre Jean Bérard di Napoli: Visite guidate. “…Ut cineres sint violae sintque rosae… Che le ceneri possano divenire violette e rose. Le ricerche del Centre Jean Bérard nella necropoli della Porta Mediana” (Necropoli monumentale).

 

Ai fini degli itinerari e degli eventi, saranno predisposti punti informativi nel monumento.

Si invitano i partecipanti a prenotarsi presso il n. 081/8040430 o 081/8543060.

You may also like...